La scelta della nuova cucina….

 

Scegliere la nuova cucina è spesso un operazione complicata, questo perché nella maggior parte dei casi c’é una cattiva informazione dei prodotti e pubblicità alquanto ingannevoli….
Avete sicuramente visto bellissime cucine complete a meno di € 2000,00, ma chissà perché quando andiamo a vedere il prodotto in questione il preventivo ”lievita“.
Ora faremo un po’ di chiarezza….
Queste cucine “decantate” economiche sono spesso mastodontiche fregature fatte solo per attirare clienti dentro le mega strutture che vendono mobili per la casa, infatti spesso sotto il manifesto con il prezzo ”civetta” si trova questa frequente dicitura: prezzo composizione tipo.

Cari amici, vuol dire che il prezzo non si riferisce a quella splendida cucina raffigurata nel manifesto ma ad una banale composizione di 3 metri, o addirittura di 2,50 metri,  fatta con l’essenziale che occorre per chiamarla cucina.

Quindi il mio consiglio e innanzi tutto di diffidare da prezzi troppo bassi ed invece affidarsi a progetti personalizzati da rivenditori o arredatori di fiducia, che creeranno la vostra cucina passo dopo passo, mobile dopo mobile, con voi.
Prima di tutto occorre avere le misure dell’ambiente che volete arredare, cosicché il rivenditore possa subito sapere la scelta idonea per quella stanza, sperando sempre che ne sia capace, perché, combattendo con questa tremenda crisi, è ovvio che si risparmi sul personale che vi troverete di fronte.
La cucina non deve essere per forza di marca, anche perché nei nostri tempi, anche le marche piú blasonate possono riservare cattive sorprese. Il segreto é affidarsi alla persona giusta che vi aiuterà ad arredare la vostra cucina, ascoltando i suoi consigli ma alla fine dovete essere voi a decidere!
Quale qualitá? Laminato o Impiallacciato…
Questo é un punto fondamentale, perché molti rivenditori spesso non evidenziano la differenza dei due prodotti, differenza che sta sopratutto nei frontali, perché le strutture nel 90% dei casi é sempre in melaminico.
Trattandosi di un argomento lungo non vorrei annoiarvi, quindi rimando le differenze ad un prossimo articolo.

Informazioni sull’autore
Paolo Vindigni

 

 

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.